Blog Viaggi

Marrakech, La Medina Sempre In Grado Di Stupirmi

0

Salve viaggiatori quella che forse non é la piu bella citta’ del Marocco, titolo che a mio modesto avviso spetta a Mekness, ma certamente la citta’che un viaggio nella terra del Maghreb non puo’ non contemplare, poiche’ è l'unica, ad essere in grado di travolgere, a volte stancare, i nostri cinque sensi: Marrakech
La sorella dell' "Avvocato" (come chiamano qui Susanna Agnelli), l'aveva conosciuta non ancora trentenne e decise da subito di farne la sua residenza, un giorno nel suo salotto riceveva importanti personalità, un altro era in piazza tra la gente, magari seduta ad un tavolo apparecchiato con tovaglie di carta.
Marrakech è una citta’ poliedrica, ogni volta che mi ci reco per lavoro o con famiglia, non si risparmia mai dal farmi osservare un particolare nel bazar che fino ad allora non avevo notato.
La sera, quando a volte lascio i clienti, un po' stanco della giornata di lavoro, percorro la piazza e il mio sguardo viene catturato da un artista di strada mai visto prima.
La piazza El Jenna di Marrakech, sa essere immutabile nel tempo, sembra di vedere ancora l'aristocrazia francese del 700, assaporare del thè sulle terrazze del mitico Cafè de France, del quale per fortuna i muri non possono parlare, poiché, se ne raccontano di storie su questo posto, da far arrossire i piu’ audaci.
Allo stesso tempo, la piazza muta continuamente, ogni sera, mai uguale alla precedente; questa sera, c'é l'omino che mima la box, domani magari improvviserà altro.
Il mio consiglio di approccio alla città, parte certamente da questa piazza. Da turista, mi farei trasportare entrando in un bazar, passeggerei tra la miriade di vicoli e vicoletti, nei quali, quando chiacchiero un po' con i miei amici clienti e perdo la bussola, per ritrovare l'orientamento, a volte, mi é piu utile dare ascolto all'olfatto; Se i vicoletti odorano di ammoniaca, starei nei pressi delle concerie, basterà andare a sinistra e sarei in piazza; Se i vicoletti invece mi inebriano dei sapori delle spezie piu assurde, alternato a un invitante profumino che ricorda un po' quello della piadina romagnola, sarà la Sciura marocchina che prepara il mssimen, quindi sarei nella piazza delle spezie; Per non parlare del fantastico e caldo odore del cuoio, lì si che i nostri occhi, sono catturati dai mille colori dei sandaletti marocchini, solo poco oltre, iniziano le bancarelle delle lanterne.